KHA Records
Stacks Image 13

“Sono trascorsi cinque anni dalla pubblicazione
della mia raccolta di miniature Simple Music for Piano.
In questo periodo ho avuto la grande fortuna
di poter ascoltare diverse interpretazioni di questi brani
da parte di vari artisti.
Tuttavia, la registrazione delle 16 miniature
da parte di Alessandro Stella
mi ha sorpreso in modo particolarmente piacevole.

Pur non essendo un pianista professionista,
tempo fa' decisi di registrare varie miniature
cercando di rimanere fedele allo spirito dell’autore.
Il modo in cui Alessandro Stella esegue “the simple music”,
sebbene oscuri le mie modeste abilità di interprete,
è molto vicino al mio sentire.

Sono sinceramente grato ad Alessandro Stella
per la sua sensibilità interpretativa, per i tempi,
le pause, le sfumature e la scelta della sequenza dei brani,
che in definitiva dà forma
ad una esperienza di ascolto estremamente godibile.”
Giya Kancheli



“Alessandro Stella interpreta questi motivi con una tale grazia e sensibilità da ricordare lo stile di Bill Evans.”
Ron Schepper, Textura


Alessandro, con il suo tocco sensibile, estrae da ogni brano tutta la sua sottile fragranza. [...] Con Für Alina ci dona una versione luminosa di incredibile intensità. [...] White Scenery, che conclude questo album bellissimo, è un brano splendente di pura magia.
Dionys Della Luce, Inactuelles, musiques singulières


“Non che suonare poche note poi alla fine sia così semplice, come ci accorgeremo ascoltando il disco di Alessandro Stella che io trovo, come altre pubblicazioni di questo pianista, veramente miracoloso nel comprendere a fondo la poetica di questi autori, cioè l’idea che con poche note sia possibile fare un miracolo. [...] Una sonorità che che si fa veramente magia pura [...] Devo dire che Alessandro Stella, come in ogni suo disco, qui fa un lavoro veramente magnifico.”
Luca Ciammarughi, Top Ten, Radio Classica


"Ecco, allora, l’importanza di un tempo e di un suono interiori, che devono essere necessariamente focalizzati e manifestati dall’atto esecutivo dell’interprete, come riesce appunto a fare Alessandro Stella, la cui espressione pianistica è tale da non indurlo nella tentazione di adagiarsi sulla falsa semplicità di questi brani […] A mio modo di vedere, il meglio Alessandro Stella lo ha espresso proprio in questa pagina (Variationen zur Gesundung von Arinuschka), nella quale si è calato in modo ideale, arabescando una tessitura timbrica che risulta essere archetipa visto il suo approccio totalizzante con questa musica […] Cosa che Alessandro Stella riesce a proporre benissimo, con un suono che sembra provenire dal nulla, se non da noi stessi, che ce lo ritroviamo in noi, dentro il nostro ascolto intimo. […]
Andrea Bedetti - CdClassico.com





All rights reserved. © 2018 KHA.IT s.r.l.