KHA Records

Minuetto
The art of regal dance



Henry Purcell
(1659 –1695) è stato un compositore inglese di musica barocca. Sebbene sia considerato tra i più illustri compositori di tutti i tempi, di lui si hanno scarse notizie biografiche. La sua intera produzione musicale è stata riscoperta nel XX secolo dopo un lungo oblio.
Durante il periodo nel quale occupò la carica di organista presso l’Abbazia di Westminster si dedicò quasi esclusivamente alla scrittura di Musica Sacra. La sua opera
Didone ed Enea è considerata il primo autentico capolavoro della musica inglese.

Georg Friedrich Händel (1685 –1759) nacque nella città di Halle, nella regione tedesca della Sassonia, da una famiglia borghese e trascorse gran parte della vita all'estero, frequentando numerose corti europee. Morì a Londra all'età di settantaquattro anni. La sua opera è caratterizzata da una mirabile sintesi tra gli stilemi propri e le caratteristiche peculiari della musica del primo Settecento (Corelli, Alessandro Scarlatti, Lully e Purcell).

Johannes Brahms (1833 – 1897), tedsco, fu compositore, pianista e direttore d’orchestra. La sua opera si fonda su uno straordinario incontro tra le rigorose forme classiche e uno spirito profondamente romantico che si rivela nello straordinaria inventiva melodica e ritmica.

Lodovico Maria Giustini (1685 –1743) è stato un compositore, organista e clavicembalista italiano del tardo barocco e del primo classicismo. Egli fu il primo compositore a scrivere musica per fortepiano. Nel 1734 fu nominato organista della Cattedrale di Pistoia, posizione che tenne per il resto della sua vita. Inoltre fu attivo come organista presso diverse istituzioni religiose e si esibì come clavicembalista in diverse occasioni, spesso nei suoi oratori.

Ricardo Viñes (1875 – Barcellona, 29 aprile 1943) è stato un pianista e insegnante spagnolo naturalizzato francese. Molti compositori gli dedicarono brani e di molti eseguì le prime assolute. Il suo coetaneo Ravel, conosciuto ai tempi del conservatorio, gli dedicò Menuet Antique. Fu grande amico di Erik Satie suonando con il quale la prima bozza di Parade ispirò a Cocteau la realizzazione dell'intero progetto.
Fu un appassionato lettore e studioso di lingue, di esoterismo, di astrologia e di scienze occulte. Non insegnò mai al conservatorio ma diede lezioni private a diversi pianisti: Marcelle Meyer, Francis Poulenc e Joaquín Nin.

Franz Peter Schubert (1797 – 1828) è stato un compositore austriaco del periodo romantico. Nonostante la sua breve vita, Schubert ha lasciato una vasta opera, tra cui oltre 600 opere vocali, principalmente Lieder. Suo padre gli diede le prime lezioni di violino e suo fratello maggiore quelle di piano, ma Schubert presto superò le loro capacità. Ha continuato i suoi studi di composizione con Antonio Salieri. Nel 1821, ottenne l'ammissione alla Gesellschaft der Musikfreunde di Vienna. Diede un’unico concerto pubblico nel marzo del 1828. Morì otto mesi dopo all'età di 31 anni, probabilmente a causa della febbre tifoide.

Isaac Albéniz (1860 – 1909), spagnolo, fu pianista e compositore. La sua opera pianistica si ispira profondamente ai temi popolari del folklore spagnolo. Asturias, tratta dalla Suite Espanola, è sicuramente più famosa nella versione per chitarra classica trascritta da Francisco Tàrrega, anche se originariamente fu composta per pianoforte. Albéniz preferì le trascrizioni di Tárrega anche per molte altre sue composizioni oroginali per pianoforte.

Johann Sebastian Bach (1685 – 1750), compositore e organista tedesco del periodo barocco, operò una sintesi mirabile fra lo stile tedesco e le opere dei compositori italiani, tra cui Vivaldi, dei quali trascrisse numerosi brani, assimilandone soprattutto lo stile concertante. La sua opera costituì la summa e lo sviluppo delle svariate tendenze compositive della sua epoca. Dopo la sua morte, la sua opera rimase nella semioscurità per molti decenni. Nel 1829 l'esecuzione della Passione secondo Matteo, diretta da Mendelssohn, riportò alla luce la grandiosità dell'opera compositiva di Bach.

Wolfgang Amadeus Mozart (1756 – 1791), compositore austriaco, è universalmente riconosciuto come uno dei grandi geni musicali di tutti i tempi. Dotato di raro talento, manifestatosi precocemente, morì a trentacinque anni lasciando pagine indimenticabili di musica sinfonica, sacra, da camera e operistica.

Ludwig van Beethoven (1770 – 1827), compositore e pianista tedesco, fFavorì l'evoluzione verso il romanticismo musicale ed influenzò tutta la musica occidentale per larga parte del XIX secolo. Personalità indefinibile, la sua arte si espresse in tutti i generi musicali ma è soprattutto con le opere per pianoforte che il suo impatto fu più considerevole.

Jean-Philippe Rameau (1683 - 1764) fu uno dei più importanti compositori e teorici musicali francesi del XVIII secolo. Ha sostituito Jean-Baptiste Lully come il compositore dominante dell'opera francese ed è anche considerato il principale compositore francese per il clavicembalo del suo tempo, al fianco di François Couperin.
La musica di Rameau declinò alla fine del XVIII secolo e solo nel XX secolo è stata riproposta al grande pubblico.

François Couperin (1668 -1733) fu un compositore, organista e clavicembalista francese. Era conosciuto come “Couperin le Grand” ("Couperin the Great") per distinguerlo dagli altri membri della famiglia tutti musicisti di talento. E’ considerato un maestro della musica per clavicembalo. Scrisse diversi brani che chiamò Ordres, una collezione di movimenti di danza. A volte questi movimenti hanno titoli strani e dal significato oscuro. Alcuni di loro potrebbero essere stati soprannomi di persone che conosceva. Ha anche scritto importanti musiche d'organo.

Franz Joseph Haydn (1732 - 1809) è stato un compositore austriaco. Le sue innovazioni musicali gli hanno guadagnato gli epiteti di "Padre della sinfonia" e "Padre del quartetto d'archi". Haydn trascorse gran parte della sua carriera come musicista di corte della ricca famiglia Esterházy. Una scelta di vita che di fatto lo ha isolato dalla scena musicale austrica tanto da essere, come disse lui, "costretto a diventare originale". E’ stato amico e mentore di Mozart, insegnante di Beethoven e fratello maggiore del compositore Michael Haydn.

Johann Krieger (1651 - 1735) è stato un compositore e organista tedesco, fratello minore di Johann Philipp Krieger. Prolifico compositore di musica sacra e profana, ha pubblicato numerose opere. La sua musica per organo è considerata tra le più notevoli del suo tempo. Handel ammirava e studiava il lavoro di Krieger.

Jan Ladislav Dussek (1760 - 1812) è stato un compositore e pianista ceco. Alcune delle sue opere per pianoforte anticipano la musica romantica. Dussek è stato uno dei primi virtuosi del pianoforte a viaggiare ampiamente in tutta Europa.
La sua musica è caratterizzata da un lirismo interrotto da improvvisi contrasti dinamici. Non solo ha scritto in modo prolifico per il pianoforte, era anche un importante compositore per arpa.

Domenico Scarlatti (1685 – 1757), compositore e musicista italiano dell’età barocca, lavorò presso le corti di Portogallo e Spagna. Oltre a una cospicua e validissima produzione di musica sacra e operistica, Scarlatti lasciò un corpus di musiche per clavicembalo (555 sonate) che occupano un posto rilevante nell'evoluzione della tecnica e della composizione per strumenti a tastiera.

Domenico Zipoli
(1688 -1726) è stato un compositore italiano. Divenne gesuita per lavorare nelle Missioni cattoliche del Paraguay dove insegnò musica tra i guaraní. È ricordato come il musicista più dotato tra i missionari gesuiti.

Antonín Leopold Dvořák (1841 - 1904) è stato un compositore ceco. Seguendo l'esempio nazionalista di Smetana, Dvořák ha spesso utilizzato gli aspetti, e in particolare i ritmi, della musica popolare della Moravia e della Boemia. Nel 1892 Dvořák si trasferì negli Stati Uniti e divenne direttore del Conservatorio nazionale di musica d'America a New York. Negli Stati Uniti, Dvořák scrisse le sue due opere orchestrali di maggior successo: la Sinfonia dal Nuovo Mondo e il Concerto per violoncello. Ritornò definitivamente in Boemia nel 1895.

Joseph Maurice Ravel (1875 - 1937) è stato un compositore, pianista e direttore d'orchestra francese. Il suo brano più celebre per orchestra è certamente Boléro. Molto nota è anche l'orchestrazione, realizzata nel 1922, dei Quadri di un'esposizione di Modest Mussorgsky. Egli stesso descrisse il suo Boléro come «una composizione per orchestra senza musica». Dopo aver lasciato il conservatorio di Parigi, Ravel ha trovato la sua strada come compositore, sviluppando uno stile di grande chiarezza, incorporando elementi di barocco, neoclassicismo e, nelle sue opere successive, il jazz.

Wilhelm Walter Friedrich Kempff (1895 - 1991) è stato un pianista e compositore tedesco. Era famoso per le sue interpretazioni della musica di Beethoven e Schubert di cui ha registrato le sonate complete. È considerato uno dei principali esponenti musicale della tradizione tedesca del XX secolo e uno dei più grandi pianisti di tutti i tempi.

Samuel Osborne Barber (1910 - 1981) è stato un compositore americano di musica orchestrale e pianoforte. È uno dei compositori più celebri del XX secolo. Il suo Adagio for Strings (1936) si è guadagnato un posto fisso nel repertorio di concerti per orchestre. Ha vinto due volte il Premio Pulitzer per la musica.



All rights reserved. © 2018 KHA.IT s.r.l.